Insegna a tuo figlio a giocare in modo autonomo con 6 semplici step
Per le mamme alla scoperta dei propri superpoteri

Come gestire gli hobby dei bambini

Scritto Da Silvia

Sai gestire gli hobby dei bambini?

Quante volte gestire gli hobby dei nostri bambini diventa un peso per i genitori? O per i bambini stessi, che devono giostrarsi tra compiti e attività extra-scolastiche.

Chi deve decidere quali attività vanno bene: il bambino o il genitore? A che età deve iniziare? E se poi non vuole andare?

Queste sono tutte le domande che mi sono posta nell’episodio n. 222 del mio podcast. E anche questa volta, possiamo imparare ad essere una guida sicura per i nostri figli!

Premi play o leggi l’articolo per evitare gli scontri e dare ai tuoi figli l’opportunità di fare belle esperienze.


Hobby dei bambini: da dove iniziare

Un bambino interessato ad attività extra-scolastiche, è di sicuro un bambino energico e pieno di vitalità!

E anche se noi genitori non abbiamo sempre la stessa vitalità, facciamo degli sforzi per accontentarli e permettere loro di fare nuove esperienze!

Quando, però, si parla di gestire gli hobby dei bambini (come sport e musica), è possibile che il genitore non sia del tutto neutrale nella scelta finale.

Se il padre ama il calcio, possibilmente spingerà per quello sport. O se la madre ha fatto danza, potrebbe desiderare che la figlia faccia lo stesso.

Come facciamo a metterci da parte e non influenzarli nella scelta? E quali possono essere gli hobby adatti ai tuoi figli, in base ai loro interessi ed età?

Continua a leggere per scoprirlo…

Gestire gli hobby dei bambini tra sport e musica

Ciao, mi chiamo Silvia!
Italiana trapiantata in America
e mamma di 3 bambini.

Ho scoperto come alleviare la fatica di crescere i figli
con strategie pratiche ed efficaci!

Seguimi anche su instagram @mammasuperhero

A che età fare avvicinare i bambini a un hobby?

Tra le tante domande che un genitore si pone quando pensa alle attività extra-scolastiche, la prima è: quando?

Quand’è il momento giusto per introdurre un hobby nella routine di mio figlio?

Come per ogni cosa che ha a che fare coi bambini, non esiste una risposta unica e universale.

Quello che ho imparato dal respectful parenting di Magda Gerber va un po’ contro il pensiero di molti. E cioè…

Nei primi anni di vita, il bambino non ha bisogno di fare mille esperienze. La semplice vita in famiglia è sufficientemente stimolante!

Gestire gli hobby dei bambini dai 4 anni in su

In quegli anni, infatti, la cosa più importante è sviluppare una relazione sana e sicura con i propri genitori.

Quindi, personalmente credo i bambini debbano avvicinarsi agli hobby a partire dai 4-5 anni. Ma con che cosa iniziare?

Quali hobby sono più adatti ai bambini?

Come dicevo prima, quando pensiamo alla scelta dell’hobby il genitore sa essere molto influente.

E anche un semplice suggerimento potrebbe essere percepito come una vera e propria richiesta.

Infatti, il bambino desidera compiacere mamma e papà e si sente spinto a scegliere verso una direzione piuttosto che un’altra.

A prescindere da questo, però, sarà comunque difficile per i nostri figli capire veramente cosa desiderano.

E non ti nego che all’inizio potrebbero volerci diversi tentativi prima di capirlo con certezza.

Come gestire e scegliere gli hobby dei bambini

Che sia sport, danza, musica o teatro, tutte queste attività richiedono tempo e (soprattutto) denaro.

Ma come facciamo a prendere un impegno economico, se poi i bambini potrebbero non volere andare più? Li costringiamo o abbandoniamo ogni possibilità?

Gestire gli hobby dei bambini (e il loro umore)

Può essere capitato a te quando eri piccolo. Oppure, se ti sei già addentrato nel mondo degli hobby per bambini, hai fatto un’esperienza simile con i tuoi figli.

La mamma fa l’abbonamento annuale per una certa attività, e dopo la prima lezione il figlio non vuole andarci più.

A prescindere dalla crisi momentanea, queste sono occasioni utili in cui possiamo insegnare qualcosa ai nostri bambini.

Come per esempio che se facciamo parte di una squadra o abbiamo dato la parola sulla nostra presenza, bisogna rispettare l’impegno.

Sapere gestire gli hobby dei bambini e le loro insicurezze

Allo stesso tempo, però, dobbiamo avere anche la sensibilità opportuna per comprendere che un bambino di 4 o 8 anni non assimila questo concetto facilmente.

Non possiamo minacciare o costringere il bambino, rischiando di compromettere la nostra relazione.

In questo modo, infatti, si verrebbero a creare delle lotte di potere! Piuttosto, quando ci troviamo in situazioni simili, la soluzione più efficace è utilizzare empatia.

L’empatia inserita nella gestione degli hobby

L’empatia è uno strumento che ritroviamo spesso nel respectful parenting, e che ha a che fare con i sentimenti che prova il bambino.

Nel caso specifico della gestione degli hobby e delle attività extra-scolastiche, tutto questo ci torna estremamente utile.

Se tuo figlio non vuole più andare a lezione di karate, ci possono essere diversi fattori che potrebbero avergli fatto cambiare idea.

Magari si aspettava qualcosa di diverso. Oppure non si diverte. O forse pensa di essere più scarso degli altri e ha paura di essere preso in giro.

Tutto questo per dire che se andiamo al di là dell’opposizione del bambino, riusciremo a rispondere al suo bisogno nel modo corretto. E non solo a livello superficiale!

Gestire con amore gli hobby dei bambini

In quanto genitori, il nostro compito resta quello di scoprire l’indole di nostro figlio e creare le condizioni ideali per permettergli di svilupparlo.

Anche quando si tratta di hobby e attività extra-scolastiche, quindi, potremo notare un talento nascosto e incitare il bambino a coltivarlo.

Ma nonostante questo, ricorda: non devi crescere il prossimo Mozart o la prossima Federica Pellegrini. Piuttosto, coltiva la tua relazione con tuo figlio, e il resto verrà da se!

Ciao! Sono Silvia,
palermitana trapiantata in America, imprenditrice, moglie e mamma di 3 bambini. Appassionata di podcast e crescita personale, ho trovato il respectful parenting, una filosofia che ha rivoluzionato la nostra famiglia, dando a me e mio marito la possibilità di vivere la maternità e la paternità in modo sereno e rispettoso.

Ho fondato il progetto Mamma Superhero per condividere con te risorse, strategie e strumenti indispensabili per creare in casa tua un’atmosfera che promuove la crescita fisica, mentale ed emotiva del tuo bambino.
Entra a far parte della community dei genitori superhero! Inserisci qui la tua email.
    Post più recenti
    Scopri le 6 abitudini delle mamme superhero,
    iscrivendoti alla community MSH!
    Se non ricevi nulla, controlla le caselle spam e promozioni!
      Scroll to Top