Insegna a tuo figlio a giocare in modo autonomo con 6 semplici step
Per le mamme alla scoperta dei propri superpoteri

La meditazione per i bambini: meditare aiuta il sonno

Scritto Da Silvia

Sai che la meditazione per i bambini può essere la soluzione ai problemi del sonno?

Il problema principale dell’era digitale è che siamo bombardati da stimoli eccessivi. Computer, TV, smartphone, sono il centro del nostro universo! Ognuno di questi dispositivi trasmette informazioni di ogni tipo al nostro cervello, a livello visivo, auditivo, psicologico, cognitivo, e anche a livello fisico. E non siamo solo bombardati su tanti livelli, il bombardamento è continuo, perché durante il giorno passiamo da un dispositivo all’altro senza accorgercene e senza dare al cervello il tempo di fare una pausa.

Sicuramente ti sarà capitato di scorrere con il dito sul cellulare e di passare da Facebook, a Instagram, a Twitter, di cercare poi una ricatta su Pinterest, controllare l’e-mail, rispondere a un messaggio Whatsapp e finire su YouTube. Ho ragione? Siamo sempre connessi, sottoponiamo la nostra mente a continui cambi di immagini, argomenti, input. E a fine giornata ci sentiamo il cervello fritto!

Gli effetti della tecnologia sul cervello degli adulti e dei bambini sono notevoli, tra cui: alterazione della chimica cerebrale, riduzione dell’attività cognitiva, modifica dello sviluppo emotivo e comportamentale, nonché disturbi del sonno.

La meditazione è una pratica utilissima per gli adulti, ma forse non sai che la meditazione per i bambini è altrettanto efficace. Chi la pratica può notare tanti benefici. Infatti la meditazione migliora la salute fisica, migliora la memoria, riduce l’ansia e lo stress, migliora il sonno, aumenta la capacità di concentrazione e attenzione, migliora l’autoregolazione a livello mentale ed emotivo.

Allora come si medita? Ci si può mettere seduti comodi o distesi, con una musica rilassante in sottofondo e iniziare con il respiro. A livello fisico, concentrarsi su ispirazione ed espirazione, inizia a rilassare il sistema nervoso, regola il battito cardiaco, e distoglie la mente dai troppi pensieri. In questa fase, è importante notare se siamo rigidi nel corpo, ad esempio se stiamo corrugando la fronte o stringendo la mandibola, oppure se stiamo alzando le spalle. Continuando a respirare possiamo rilassare tutte le parti del corpo. E tenendo la nostra attenzione sul respiro, facciamo in modo che la mente non vaghi, ma si prenda una pausa.

Per gli adulti ci sono tante app o meditazioni guidate. Per i bambini ho ideato storie della buonanotte che li aiutano a rilassarsi e calmarsi mentre sono distesi a letto. Scrivimi per ricevere una copia audio gratuita!

Per approfondire l’argomento e imparare come puoi guidare tuo figlio a meditare prima di dormire, ascolta l’episodio del podcast n. 30 su iTunes, Spotify o sul tuo player preferito.

Ciao! Sono Silvia,
palermitana trapiantata in America, imprenditrice, moglie e mamma di 3 bambini. Appassionata di podcast e crescita personale, ho trovato il respectful parenting, una filosofia che ha rivoluzionato la nostra famiglia, dando a me e mio marito la possibilità di vivere la maternità e la paternità in modo sereno e rispettoso.

Ho fondato il progetto Mamma Superhero per condividere con te risorse, strategie e strumenti indispensabili per creare in casa tua un’atmosfera che promuove la crescita fisica, mentale ed emotiva del tuo bambino.
Entra a far parte della community dei genitori superhero! Inserisci qui la tua email.
    Post più recenti
    Scopri le 6 abitudini delle mamme superhero,
    iscrivendoti alla community MSH!
    Se non ricevi nulla, controlla le caselle spam e promozioni!
      Scroll to Top