Insegna a tuo figlio a giocare in modo autonomo con 6 semplici step
Per le mamme alla scoperta dei propri superpoteri

Non sono capace di fare la mamma

Scritto Da Silvia

Share on pinterest
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp

Non sono capace di fare la mamma. Lo hai pensato anche tu?

Quando ero incinta, non mi interessava leggere. Non era tra le mie priorità e onestamente non pensavo che ne avrei avuto bisogno. Fare la mamma sarebbe stato naturale e spontaneo. Giusto? Sbagliato! Nulla del mio ruolo di mamma mi veniva naturale e spontaneo. Mi sentivo semplicemente incapace e non portata a fare la mamma. Non solo! C’era anche un velo di rifiuto. Finché non ho trovato la risposta: una filosofia educativa chiamata respectful parenting. Se anche tu pensi o hai pensato le stesse cose, continua a leggere o ascolta l’episodio sui superpoteri delle mamme! Ti prometto che tutto si farà più chiaro.

Essere genitori non si può insegnare… o sì?

Libri per genitori? No, grazie.

Forse tu sei una di quelle mamme che in gravidanza, per essere pronta ad accogliere l’arrivo di una nuova vita nel mondo, ha letto e studiato di tutto sull’argomento. Io no. Non sopportavo i consigli non richiesti, non mi interessavano suggerimenti riguardo a libri da leggere o documentari da guardare. E onestamente non mi sentivo a mio agio quando sentivo le altre mamme ripetere con orgoglio: “Mi sto impegnando per essere una mamma migliore”.

Onestamente, non le capivo! Ma mi è stato utile, perché ha fatto parte del mio percorso e della storia che sono qui a raccontarti.

Mamma Superhero partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.à r.l., un programma di affiliazione che consente di percepire una piccola commissione in base agli acquisti idonei effettuati su Amazon.it.

Non sono portata per fare la mamma

Dopo la nascita di Zoe, mi sentivo un pesce fuor d’acqua, intrappolata in una vita che non sapevo gestire: nuovi orari, nuovi ritmi, nuovo tutto! Che ne sarebbe stato della mia carriera, dei miei hobby, delle mie amicizie? Mi sentivo costretta a mollare tutto e dedicarmi soltanto a mia figlia.

Con l’arrivo del secondo, dopo 17 brevissimi mesi, le cose sono solo peggiorate.

Ed è in quel momento che ho capito di non avere le conoscenze e gli strumenti giusti. Allora ho iniziato seriamente a cercare una soluzione che corrispondesse alle mie esigenze. Non qualcosa che mi avrebbe aiutato a “gestire la casa”, ma qualcosa che mi avrebbe radicalmente cambiato la mente, verso nuove aspettative e un modo diverso di pensare. Volevo partire da me!

non mi sento capace di fare la mamma

Il respectful parenting mi ha dimostrato che sono capace di fare la mamma

Ho dovuto attraversare moltitudini di lacrime, delusioni, sensi di colpa e per lo più delle volte anche inadeguatezza, sotto ogni aspetto possibile e immaginabile. Ma alla fine ho trovato la soluzione adatta a me: il respectful parenting, la filosofia educativa che ho abbracciato da qualche anno a questa parte! Questo è il motivo principale per cui la mia vita familiare ha subito un meraviglioso cambiamento e se non ci credi: chiedi a mio marito!

Quando pensi di non essere portata a fare la mamma, fai una pausa.

Se anche tu fai un’enorme fatica a gestire i bambini (ma soprattutto te stessa in relazione ai tuoi bambini), o se pensi che la tua vita non abbia più un senso: non ti scoraggiare. Devi solo trovare la strada che fa per te! Forse devi leggere qualche libro, parlare con altre mamme, o seguire un corso online. Ma ti assicuro che se cerchi bene, troverai la soluzione.

Dato l’enorme interesse per la mia trasformazione, ho creato un corso, intitolato “Scopri i tuoi superpoteri e impara a usarli“, che guida le mamme alla scoperta di una nuova filosofia educativa, fa chiarezza sul ruolo della madre, insegna strategie mirate per qualsiasi difficoltà, propone alternative alla disciplina tradizionale. Insomma, un mix di teoria e pratica impacchettato in 12 lezioni online.

corso online per genitori - i superpoteri delle mamme

Perché non si studia per imparare a fare la mamma?

In questa vita, si studia per tutto.

Si va all’università, si fanno tirocini, stage, apprendistato. Ormai si parla di coaching e mentorship come se facessero parte della nostra quotidianità. Ma perché per un neogenitore non è automatico studiare e informarsi su come crescere un bambino o come matura il suo cervello? Sappiamo bene che esistono i corsi preparto, che sono importantissimi e utilissimi. Ma il parto è solo una piccolissima parte della nostra nuova vita di madri, è l’inizio del percorso che ci stravolgerà la vita per sempre.

Grazie al cielo, gran parte del bagaglio ci viene fornito proprio dalla natura, e in più grazie ai nostri sbagli siamo in grado di imparare e andare avanti. Ma se ci fosse qualcosa in grado di accelerare i nostri tempi di apprendimento? Riflettiamoci ancora un po’.

Genitore, CEO e leader d’azienda

Per avere un lavoro dobbiamo essere qualificati, avere esperienza, fare corsi di aggiornamento, mentre per il lavoro più difficile al mondo ci aspettiamo che ogni cosa ci venga naturale?

Il genitore è spesso paragonato a un CEO o leader d’azienda. D’altronde si occupa di questioni logistiche, amministrative, finanziarie, manutenzione, produzione, controllo qualità. Andresti mai a dirigere un’azienda senza conoscere il prodotto, i dipendenti, e la concorrenza sul mercato? Nel mondo del business non potresti mai fare nulla del genere, per il tuo bene e per il bene dell’azienda.

Allora perché abbiamo questa convinzione radicata che da genitori dobbiamo fare tutto da soli? Come se chiedere aiuto, significasse fallire? Perché proviamo una fiamma di orgoglio nell’ammettere “è mio figlio e me la sbrigo io”?

Se non ti senti portata per fare la mamma…

Non mi sentivo portata per fare la mamma. Adesso sono convinta che non ci sia nessuno al mondo che possa fare un lavoro migliore di me con i miei figli. Come sono giunta a questa trasformazione? Ho scoperto i miei superpoteri! Ho seguito corsi per genitori, letto libri, abbandonato credenze dannose sulla maternità, imparato un altro approccio all’educazione.

Credo fortemente che i mezzi che hanno aiutato me a superare quel trauma iniziale, possano essere di aiuto anche a te (nella misura in cui tu stessa riterrai opportuno). Non ho la pretesa di insegnarti a fare il genitore; ma mi sento in grado di aiutarti a sradicare quelle caratteristiche umane che sono dentro di noi e che limitano il modo con cui ci relazioniamo non solo con i figli, ma al mondo intero.

Se posso portare la mia testimonianza per incoraggiarti e motivarti ad andare avanti in un modo nuovo, eccomi! La mia porta resterà aperta.

Ciao! Sono Silvia,
palermitana trapiantata in America, imprenditrice, moglie e mamma di 3 bambini. Appassionata di podcast e crescita personale, ho trovato il respectful parenting, una filosofia che ha rivoluzionato la nostra famiglia, dando a me e mio marito la possibilità di vivere la maternità e la paternità in modo sereno e rispettoso.

Ho fondato il progetto Mamma Superhero per condividere con te risorse, strategie e strumenti indispensabili per creare in casa tua un’atmosfera che promuove la crescita fisica, mentale ed emotiva del tuo bambino.
Entra a far parte della community dei genitori superhero! Inserisci qui la tua email.
    Post più recenti
    Scopri le 6 abitudini delle mamme superhero,
    iscrivendoti alla community MSH!
    Se non ricevi nulla, controlla le caselle spam e promozioni!
      Scroll to Top